Cavatelli ai peperoni rossi, olive celline, capperi e cacioricotta

Omaggio alla Chef Diana Pia Pignatelli di Rignano Garganico (Fg)

Ingredienti per 2 persone

  • 160 g di cavatelli (vedi ricetta qui)
  • 100 g di peperoni gialli (io rossi)
  • 30 g di olive celline pugliesi
  • 20 g di capperi in salamoia di scoglio Saturo (Ta)
  • 30 g di cacioricotta di pecora pugliese
  • 1 spicchio d’aglio di Palazzo San Gervasio (Pz)
  • 3 cucchiai di olio extravergine di olive celline di Avetrana (Ta)
  • foglie di basilico
  • sale

Lavare, asciugare e dadolare i peperoni. Rosolarli in padella con olio e aglio a fiamma vivace per 10 minuti, aggiungere i capperi, mettere il coperchio e cuocere ancora per 5 minuti. Salare con parsimonia. Prelevarne un mestolino e frullarlo.

Lessare i cavatelli in abbondante acqua salata per 4 minuti, sgocciolarli ed inserirli nella padella, aggiungere le olive, la crema di peperoni e qualche fogliolina di basilico spezzettata con le mani. Spadellare per 2 minuti.

Impiattare i cavatelli ai peperoni, capperi e olive, rifinendo il piatto con cacioricotta grattugiato e una foglia di basilico. Servire subito.

Buon appetito

In abbinamento: Fiano di Avellino DOCG 2106

598

Tiziana Ingrassia

Autore: Tiziana Ingrassia

Diplomata al liceo artistico, pittrice e restauratrice di dipinti ed opere lignee e murarie, da sempre ho la passione per la cucina. Ho frequentato corsi con chef e pasticceri, cuoche esperte e artigiani, produttori agricoli e caseari. Il paradiso è fra i fornelli ed i prodotti della natura, mare e terra, pianura e montagna. Chef Express, cucino con Cuochi e Chef di qualità e pubblico qui i miei piatti. *Graduated from the art school, painter and restorer of paintings and wooden and masonry works, I have always had a passion for cooking. I attended courses with chefs and confectioners, expert cooks and artisans, farmers and dairy producers. Paradise is among the cookers and products of nature, sea and land, plains and mountains. Chef Express, I cook with Chefs and Chef of quality and public here my dishes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *