Carteddate dolci con miele

Ingredienti

– 1 kg di farina di semola rimacinata di grano duro
– 250 ml di olio evo (ogliarola del tarantino)
– 1/2 tazzina da caffè di liquore all’anice
– 1/2 cucchiaino di garofano in polvere
– 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
– 200 ml di vino bianco Verdeca
– succo di 1/2 arancia
– buccia di 1 mandarino
– buccia di 1 arancia
– 1 bustina di lievito per dolci
– confettini colorati
– 1 kg di miele artigianale millefiori di Mottola (Ta)
– 1 lt di olio extra vergine di olive ogliarola per friggere

 

Sbucciare l’arancia e il mandarino togliendo l’albedine (parte bianca amara).
In una padella larga mettere l’olio evo e sfumare con la buccia dell’arancia e del mandarino. Togliere le bucce e far intiepidire.

Riscaldare in un pentolino il vino bianco e mettere da parte.

Sulla spianatoia in legno posizionare la farina a fontana, fare il buco al centro, aggiungere olio,  succo d’arancia, cannella, garofano e l’anice. Amalgamare formando delle briciole. Rifare il buco al centro all’impasto e unire il vino bianco. Amalgamare bene e far riposare per 1/4 d’ora.
Posizionare l’impasto una ciotola di porcellana e coprire con un canovaccio di cotone.

Stendere la pasta in una sfoglia sottile, tagliare con una rotella dentellata tante strisce da 30 cm di lunghezza e 2 cm di larghezza, pizzicandole ogni 3 cm, avvolgendole a spirale e chiudendo bene la parte finale.

Far riposare per almeno 1 ora per asciugare l’impasto.

In una pentola di acciaio aggiungere l’olio e quando a temperatura immergere le carteddate, rigirandole solo 1 volta. Dorare e posizionare su vassoi con carta assorbente. Far raffreddare.

In un’altra pentola, posizionata a fuoco basso, mettere il miele e aiutandoci con una pinza, immergere  una alla volta le carteddate. Sistemare in contenitori di porcellana o ceramica, cospargere con i confettini e servire.

Si conservano bene, se chiudiamo i contenitori con pellicola per alimenti, per un paio di mesi.

Buon appetito

9

 

Tiziana Ingrassia

Autore: Tiziana Ingrassia

Diplomata al liceo artistico, pittrice e restauratrice di dipinti ed opere lignee e murarie, da sempre ho la passione per la cucina. Ho frequentato corsi con chef e pasticceri, cuoche esperte e artigiani, produttori agricoli e caseari. Il paradiso è fra i fornelli ed i prodotti della natura, mare e terra, pianura e montagna. Chef Express, cucino con Cuochi e Chef di qualità e pubblico qui i miei piatti. *Graduated from the art school, painter and restorer of paintings and wooden and masonry works, I have always had a passion for cooking. I attended courses with chefs and confectioners, expert cooks and artisans, farmers and dairy producers. Paradise is among the cookers and products of nature, sea and land, plains and mountains. Chef Express, I cook with Chefs and Chef of quality and public here my dishes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *