cucina pugliese, nero di seppia, papillon, pomodori d'inverno, primi piatti, puglia, semola di grano duro, seppia, vino verdeca

Papillon di semola al nero di seppia con seppie al vino bianco e pomodori anzert

Ingredienti per 2 persone

– 160 g di farina di semola di grano duro pugliese
– 1/2 cucchiaino di nero di seppia fresco
– acqua
– 250 g di seppie dello Ionio già pulite
– 6 pomodori anzert
– 1 spicchio di aglio del Gargano
– vino bianco Verdeca del tarantino
– un ciuffo di prezzemolo
– 2 cucchiai di olio extravergine di olive Cima di Melfi
– sale e pepe nero

 

Lavare, asciugare e tritare finemente il prezzemolo.

Su una base in teflon mettere la farina, fare il buco al centro, unire il nero di seppia e tanta acqua fino a che non diventi un composto liscio e sodo.

Formare una palla e far riposare per 15 minuti coperto da un canovaccio di cotone.

Stendere delle sfoglie rettangolari e tagliare a strisce di 2,5 cm di larghezza e 6 di lunghezza, punzecchiarle al centro e far asciugare i papillon su canovacci di cotone polverizzati di semola per almeno 2 ore.

In una padella far rosolare l’aglio con l’olio, inserire le seppie affettate sottilmente e cuocere a fiamma vivace fino a che le seppie non diventino bianche, sfumare con il vino, aggiungere il sale, abbassare la fiamma e cuocere con coperchio per 15 minuti. Aggiungere ora i pomodori tagliati in 4 parti e cuocere ancora per pochi minuti.

Lessare i papillon ed aggiungerli al sugo di seppie.

Impiattare rifinendo con prezzemolo tritato e un buon giro di olio evo.

Buon appetito

101

Related Posts