cappellacci, cavolo romanesco, crema di zucca, guanciale, melograno, pasta fresca, primi piatti, stracotto di manzo

Cappellacci ripieni di stracotto di manzo su crema di zucca, cavolo romanesco, guanciale e melograno

Ingredienti per 2 persone

  • 100 g di farina di grano tenero tipo 1 macinata a pietra
  • 1 uovo medio di masseria bio
  • 200 g di stracotto di manzo (vedi ricetta qui)
  • 20 g di parmigiano
  • buccia di limone non trattato grattugiata
  • 150 g di zucca già pulita
  • 1 cipollina bianca
  • 150 g di cime di cavolo romanesco
  • 2 fettine di guanciale pugliese
  • chicchi di melograno
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di olive cellina di Avetrana
  • sale e pepe

Tagliare la zucca a dadini e rosolarla in una casseruola con l’olio e la cipolla tritata per 3 minuti, aggiungere 1 mestolo di acqua bollente, il sale e cuocere per 10 minuti. Quando cotta frullare e tenere in caldo.

Su una tavola in legno mettere la farina setacciata, aggiungere l’uovo al centro ed amalgamare inizialmente con una forchetta e poi con le mani fino a che il composto risulti liscio ed elastico. Avvolgere l’impasto in pellicola e far riposare per 1/2 ora.

Frullare lo stracotto con il fondo di cottura e le verdure, il parmigiano e la buccia di limone. Amalgamare.

Stendere delle sfoglie sottili e con l’aiuto di un coppa pasta tagliare dei tondi (7,5 cm), inserire il composto di stracotto, richiudere a cappellaccio. Posizionare su teli di cotone ad asciugare.

Lessare per alcuni minuti le cime di cavolo romanesco e le sue foglie. Tenere in caldo.

In una padella anti aderente far rosolare le fettine di guanciale fino a doratura, tagliarle a strisce e porre su carta assorbente.

In una padella far rosolare l’aglio nel burro, aggiungere i cappellacci lessati in acqua salata e amalgamare.

Impiattare la crema di zucca, i cappellaci, il  cavolo romanesco e rifinire con il guanciale e i chicchi di melograno. Servire subito.

Buon appetito

In abbinamento: Negroamaro – Salento Igt 2012

504

Related Posts