Food&travel

Ristorante “Ristò La Francese” – Policoro (Mt)

Policoro, antica Heraclea, teatro della storica battaglia fra i Romani e la ribelle città di Taranto, conclusa con l’epica vittoria di Pirro ed i suoi elefanti accorsi in aiuto delle potenti milizie romane.

Il castello baronale,  domina la pianura e nel suo cortile interno,  si trova una chicca architettonica e suggestiva,  il Bistrò di Angela Francese. Il locale è piccolo, ma ricco di decori ed oggetti artistici, con la cucina a vista che annuncia lo show delle smorfie dell’empatica Angela alle padelle. Fra Tiziana ed Angela esplode l’enfasi della condivisione per l’amore artistico, pennello o mestolo che sia.

Angela è una donna estemporanea, dall’organizzazione in divenire supportata da una grande abilità del fare. Mille lavori, mille attività, mille città, un’unica passione il piacere di condividere cibo, vino e compagnia e questo è molto da Delfini! L’estro le consente di cucinare delle originali paelle valenziane, di cui ne ha avuto esperienza diretta spagnola, ma tutta la sua cucina che si espone al bello della diretta e della dispensa senza  magazzino, non ne avrebbe posto!

In sala l’ottimo Rocco dalle esperienze di ristorazione sull’arco alpino, dove era solito cenare l’Antonino Canavacciolo divo televisivo. Quindi la brigata è Angela, l’aiuto cuoca e Rocco in sala, una corsa verso il piacere delle serate dalla “Francese”.

La cena parte con il pinzimonio di verdure ed aggancia la tartare di tonno e scampi, mazzancolla, provola e lardo fusi su crema di carciofi , riso venere con gamberi su crema di pere al gorgonzola e mandorle, polpo arrosto su crema di patate e fiori eduli, abbinati con un facile Muller Thurgau DOC 2016 della Cantina di Bolzano. Due primi piatti: spaghetti con le vongole veraci e calamarata con pescatrice. A questo punto passiamo ad un rosato del Vulture di Casa Maschito, per abbinarlo al tonno arrosto ed alla frittura di calamari e seppie. Terminiamo con la torta ricotta e pere.

Angela è da amare con il profondo del cuore, la sua cucina ha i picchi dell’arte e l’alternanza dell’estro indomabile, di una donna che affronta la vita ed il lavoro con professionalità e coraggio, sempre in prima linea!

Delfini semuà 🙂

Related Posts