Cibus 2018 – Parma

La Fiera biennale di Parma, riapre le porte ai numerosissimi espositori, oltre 3000 stand, con grandissima affluenza di visitatori che ha messo nei quattro giorni a dura prova il piano di collegamento stradale. In particolare nelle prime due giornate lunghe code in accesso ed in uscita.

 

 

Una volta entrati, la razionalità e l’organizzazione dei padiglioni espositivi è stata di ampia soddisfazione, con percorsi tecnici e specialità di genere che ci sembra abbiano risposto alle esigenza di buyer e di esploratori di nuovi prodotti.

 

Grandissima presenza di aziende produttrici di farine, pasta e prodotti da forno. Al centro dell’attenzione gli Chef ed i sempre più apprezzati Pizzaioli di qualità.

 

 

Folta ed incrementale la presenza internazionale con proposte di gran qualità che sapranno competere e stimolare la nostra produzione, alla ricerca dell’affermazione in ogni target della richiesta enogastronomica. Grande lavoro, grande fatica, ma anche tanta allegria da condividere con l’Amica chips a semplificare le interessantissime proposte di piatti della tradizione e della ricerca gourmet.

Delfini amici 🙂

Francesco Pignatelli

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia, Sommelier, Master in Viticoltura Enologia e Marketing del Vino. Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere. Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, un'opportunità incalcolabile, incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. *Of Agronomic Culture, Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Resuscitation, Cardiology, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing. Nature, travel, sport, wine and nutraceuticals are my vision of wellness. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and discoveries of value. Reading is a privilege, an incalculable opportunity, to meet and understand the thought of every author, the infinite buzz of increasingly digital libraries and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *