Il Pizzicagnolo – Grottaglie (Ta)

Fuori dal centro storico di Grottaglie (Ta) imboccando la periferia della città, approdiamo al “Il Pizzicagnolo” dello Chef Antonio Turrisi, ci era sfuggito all’evento delle orecchiette nelle ‘nchiosce.

Il Pizzicagnolo riflette la promessa poliedrica del nome e sbalordisce l’energia di Antonio che passa dal banco della norcineria con enoteca, ai fornelli del ristorante che funziona a pranzo e cena, una vera full immersion.

Il locale è moderno negli arredi e caldo nella sala, dove rincorri con gli occhi etichette e sfizierie ricercate.

Antonio in effetti ha l’idea precisa,  l’ospite potrà soddisfare di sicuro un suo desiderio, dai funghi alla norcineria, dai sott’oli alle conserve, carni scelte e pesce fresco, una proposta davvero molto ampia.

Al via un’antipasto di funghi freschi e fritti, una giardiniera croccante ed un tagliere misto che accompagnamo con le bollicine classiche “La Stipula” di Cantine del Notaio, tutto molto buono.

Succulenti i due primi, tagliolini ai funghi porcini e tortelli ripieni di giuncata su crema di melanzane affumicate da arginare con un Nero di Troia Castel del Monte docg riserva 2012 di Torrevento.

Buonissimo il secondo piatto, un filetto di Pata Negra bardato con cipolle caramellate.

Siamo al dolce, un cannuolo destrutturato, cioccolato e ricotta, una bontà al cucchiaio.

La serata, molto interessante per la grande quantità di proposte e di possibili degustazioni, ci ha fatto vivere sensazioni da rodeo, tanti sapori decisi, complessi, aromatici e speziati, tanti cavalli imbizzariti da domare per un’armonia gustativa da raggiungere con l’abilità di scelta fra tante variabili possibili.

Delfini al rodeo 🙂

Francesco Pignatelli

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia, Sommelier, Master in Viticoltura Enologia e Marketing del Vino. Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere. Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, un'opportunità incalcolabile, incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. *Of Agronomic Culture, Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Resuscitation, Cardiology, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing. Nature, travel, sport, wine and nutraceuticals are my vision of wellness. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and discoveries of value. Reading is a privilege, an incalculable opportunity, to meet and understand the thought of every author, the infinite buzz of increasingly digital libraries and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *