Ristorante “Al Gatto Rosso” – Taranto

Il 1 Maggio, giornata meravigliosa, ha risvegliato forte il nostro cuore, d’impeto siamo andati a trovare Agostino Bartoli vicino alla rampa Leonardo da Vinci e la Villa Peripato. Un locale che dal 1952 coccola i tarantini dal palato godereccio. Il nonno qui vendeva panini imbottiti, diventata poi una trattoria, come nella migliore tradizione marinara.

Agostino cresciuto in cucina fra le pentole, si è affinato in giro con qualche master, dei quali parla in modo schivo, in effetti ha tutta l’aria pacata e sicura di chi ogni giorno ne vede tante e da tanto.

Lo slang dialettale fra di noi è d’obbligo, ed incrociare il ricordo della famiglia Pignatelli con quella Bartoli, diverte ed emoziona con il rituale “ave..rament? c’è ditt?” (davverooo? cosa dici?).

Vabbè andiamo a lavorare, ehm degustare. Fresco e originale il crostone d’ingresso con il battuto di gamberi dello Ionio, pesche e cetrioli, verace il polpo con cipolla e olive taggiasche, sapori decisi e stimolanti.

Decidiamo di abbinare una Falanghina del 2010 di Antonio Caggiano, coloratissima e ancora fresca, bellissimo abbinamento. Arriva il primo piatto con strascinate di grano arso, cozze, zucchine e pecorino sardo, molto saporito e ben equilibrato, da mangiare con il cucchiaio.

Tommaso responsabile di sala, dalla divisa impeccabile e dallo stile pulito, mostra una qualità del servizio di elegante sobrietà.

Passiamo al secondo, una zuppetta delicata di pescatrice fresca, una delizia. Leggeri  e soddisfatti  concludiamo con uno “sporcamuss” ed un gelato al pistacchio di sua produzione che azzera tutti i buoni propositi gourmet.

Agostino, mostra un’attaccamento alla famiglia notevole ed una vena comica alla tarantina da scugnizzo garbato e sveglio, ed in cucina propone piatti noti ben eseguiti senza troppi fronzoli, ma di assoluta rilevanza nel centro città.

Delfini imbottiti 🙂

Francesco Pignatelli

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia, Sommelier, Master in Viticoltura Enologia e Marketing del Vino. Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere. Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, un'opportunità incalcolabile, incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. *Of Agronomic Culture, Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Resuscitation, Cardiology, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing. Nature, travel, sport, wine and nutraceuticals are my vision of wellness. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and discoveries of value. Reading is a privilege, an incalculable opportunity, to meet and understand the thought of every author, the infinite buzz of increasingly digital libraries and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *