Influenza e alimentazione

Flu and nutrition

Le linee guida della SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana), consigliano 400 grammi di verdura al giorno preferibilmente cruda (2 porzioni da 200 g cadauna tra cotta e cruda, come pomodori, sedano, finocchi, carote, ma anche zucchine, melanzane, carciofi, etc.). La quantità di frutta consigliata per una corretta alimentazione è di 450 g in 3 porzioni giornaliere.

The guidelines of the SINU (Italian Society of Human Nutrition), recommend 400 grams of vegetables per day preferably raw (2 portions of 200 g each between cooked and raw, such as tomatoes, celery, fennel, carrots, but also zucchini, aubergines, artichokes , etc.). The recommended amount of fruit for proper nutrition is 450 g in 3 daily portions.
 
In presenza di sintomi influenzali, specie se coinvolgono il tratto gastroenterico, è fondamentale seguire una dieta specifica. I sintomi dell’influenza sono: insorgenza improvvisa di febbre alta, mal di testa, perdita di appetito, affaticamento e mal di gola, spesso accompagnati da nausea, vomito e diarrea – Sintomi che causano disidratazione e malnutrizione. L’alimentazione migliora le difese immunitarie soprattutto grazie alle vitamine e agli antiossidanti contenuti in frutta e verdura e ai fermenti lattici vivi presenti nel latte e derivati, attenuando i sintomi gastrointestinali causati dall’influenza.

In the presence of flu symptoms, especially if they involve the gastrointestinal tract, it is essential to follow a specific diet. The symptoms of the flu are: sudden onset of high fever, headache, loss of appetite, fatigue and sore throat, often accompanied by nausea, vomiting and diarrhea. Symptoms that cause dehydration and malnutrition. Nutrition improves the immune defenses mainly thanks to the vitamins and antioxidants contained in fruits and vegetables and to the live lactic ferments present in milk and derivatives, alleviating the gastrointestinal symptoms caused by the flu.

Per esempio, la spremuta di frutta non è un’abitudine molto diffusa nella nostra popolazione e va ricordato che un succo di frutta o spremute pastorizzate e simili, non possono sostituire la frutta fresca. Le vitamine sono facilmente deperibili (termo e foto sensibili) e per questo motivo la frutta andrebbe mangiata subito dopo essere stata tagliata o spremuta.
Attenzione anche ai minerali, si evidenziano infatti valori più bassi di ferro e zinco (un importante antiossidante), elementi che si trovano soprattutto in carne, uova, latte e derivati e frutta secca. Utile anche lo yogurt se contiene fermenti lattici vivi.

For example, fruit juice is not a widespread habit in our population and it should be remembered that fruit juice or pasteurized juices and the like cannot replace fresh fruit. The vitamins are easily perishable (thermo and sensitive photos) and for this reason the fruit should be eaten immediately after being cut or squeezed.
Attention also to minerals, in fact there are lower values ​​of iron and zinc (an important antioxidant), elements that are found mainly in meat, eggs, milk and derivatives and dried fruit. Yogurt is also useful if it contains live lactic ferments.

Piccole precauzioni per ridurre la diffusione dell’influenza  ed attenuarne la sintomatologia

Garantire la giusta quantità di vitamine e sali minerali. Consumare almeno 3 porzioni di frutta e 2 di verdura fresca al giorno, in particolare kiwi, agrumi, frutti di bosco, peperoni, pomodori (meglio se crudi), broccoli, cavolo e verza.
Utilizzare aglio e cipolla nella preparazione dei cibi. Questi alimenti, infatti, oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali, hanno proprietà antisettiche, fluidificano ed aiutano a eliminare il catarro.

Small precautions to reduce the spread of flu and reduce its symptoms

Ensure the right amount of vitamins and minerals. Consume at least 3 portions of fruit and 2 of fresh vegetables per day, in particular kiwis, citrus fruits, berries, peppers, tomatoes (preferably raw), broccoli, cabbage and savoy cabbage.
Use garlic and onion in food preparation. These foods, in fact, in addition to being rich in vitamins and minerals, have antiseptic properties, fluidify and help eliminate phlegm.

Condire le pietanze con il limone al posto (o in aggiunta) dell’aceto oppure pasteggiare con una spremuta di agrumi. Questi frutti, grazie al contenuto di vitamina C, facilitano l’assorbimento del ferro presente in altri alimenti che, a sua volta, potenzia le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.
Ricordare che le spezie svolgono un’azione vaso dilatatrice che favorisce la sudorazione e la conseguente stabilizzazione della temperatura corporea. In particolare, curry, paprica e peperoncino sono fonti naturali di un importante principio attivo antinfiammatorio: l’acidoacetilsalicilico.

Season the dishes with lemon instead (or in addition) of the vinegar or dine with a citrus juice. These fruits, thanks to the content of vitamin C, facilitate the absorption of the iron present in other foods which, in turn, enhances the natural defenses against colds, sore throats and coughs.
Remember that spices perform a dilating vessel action that promotes sweating and the consequent stabilization of body temperature. In particular, curry, paprika and chili pepper are natural sources of an important anti-inflammatory active ingredient: acetylsalicylic acid.

Le bevande, se sufficientemente calde, creano vasodilatazione e quindi apportano beneficio alle vie aeree superiori irritate, creando un effetto fluidificante su muco e catarro. Bere acqua e bevande salutari, dolcificate con miele.

The drinks, if sufficiently hot, create vasodilation and therefore benefit the irritated upper airways, creating a fluidizing effect on mucus and phlegm. Drink water and healthy drinks, sweetened with honey.

Aprire le finestre più volte al giorno per almeno 15 minuti per favorire un buon ricambio di aria, il ristagno e l’umidità favoriscono la proliferazione batterica. L’umidità dovrebbe assestarsi intorno al 50-60% perché un microclima troppo secco favorisce l’ingresso di germi e batteri nelle vie aeree, mentre troppo umido ne aumenta la proliferazione. Fare attenzione agli sbalzi di temperatura. La differenza tra la temperatura interna ed esterna non dovrebbe mai superare i 10-15gradi. Evitare i luoghi troppo affollati. Mantenere un’ottima igiene del corpo, lavandosi spesso le mani. Vestire a strati evitando capi troppo pesanti poiché provocano abbondante sudorazione.

Open the windows several times a day for at least 15 minutes to promote a good exchange of air, stagnation and humidity favor bacterial proliferation. The humidity should settle around 50-60% because a too dry microclimate favors the entry of germs and bacteria into the airways, while too humid increases their proliferation. Watch out for temperature changes. The difference between the internal and external temperature should never exceed 10-15 degrees. Avoid overcrowded places. Maintain excellent body hygiene by washing your hands often. Dress in layers avoiding too heavy garments as they cause abundant sweating.

Seguire i consigli di Medici Specialisti

Follow the advice of Medical Specialists

Francesco Pignatelli

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia, Sommelier, Master in Viticoltura Enologia e Marketing del Vino. Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere. Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, un'opportunità incalcolabile, incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. *Of Agronomic Culture, Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Resuscitation, Cardiology, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing. Nature, travel, sport, wine and nutraceuticals are my vision of wellness. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and discoveries of value. Reading is a privilege, an incalculable opportunity, to meet and understand the thought of every author, the infinite buzz of increasingly digital libraries and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *