Ristorante Il Villino – Santa Cesarea Terme (Le)

Il Villino Restaurant – Santa Cesarea Terme (Le)

Antiche Terme di Santa Cesarea, una frazione affacciata sulla scogliera del basso adriatico, ville del secolo scorso arabeggianti, decorate e rivestite con maioliche colorata. Un tratto di costa che alterna approdi e vestigia storiche, con dimore signorili e rupestri del dopoguerra, che accoglie le incursioni di vacanzieri sempre più internazionali.

Antiche Terme di Santa Cesarea, a hamlet overlooking the cliffs of the lower Adriatic, Arabian villas from the last century, decorated and covered with colored majolica. A stretch of coast that alternates landings and historical vestiges, with stately homes and post-war rock, which welcomes the incursions of increasingly international vacationers.

 

 

Il Ristorante Il Villino è arroccato sul balcone naturale della scogliera da circa 40 anni ed è diretto in sala da allora dal “Gigioneggiante Franco”, al quale è superfluo chiedere la sua storia, è scolpita qui nelle mura e sugli scogli. In cucina si ripete l’esperienza unica pluriennale, lo Chef executive Donato Saracino, anche lui qui dall’inizio a dirigere una brigata che in estate diventa a due cifre.

Il Villino Restaurant has been perched on the natural balcony of the cliff for about 40 years and has been directed into the room ever since by the “Gigioneggiante Franco”, to whom it is superfluous to ask about its history, it is carved here in the walls and on the rocks. In the kitchen, the unique multi-year experience is repeated, the Chef executive Donato Saracino, also here from the beginning to direct a brigade that becomes double-digit in the summer.

 

 

Degustazione

Antipasti: crudo di scampi, gamberi rossi (eccellenti!) e ostriche, gamberoni con insalata di frutta (elegante e fresco), polpo con patate e pomodori, frittura di calamaretti spillo (ottima, profumata e croccante)

Primi piatti: linguine con scampi, astice e vongole (equilibrato e ben fatto).

Secondi piatti: trancetti di pesce spada con rucola e aceto balsamico.

Dessert: torta pasticciotto con crema pasticcera e cioccolato e spumone al cioccolato, entrambi di pasticceria (home made) di ottima qualità.

Vino in abbinamento: “Tinaia” Salice Salentino bianco dop – Cantine Due Palme

 

 

Tasting

Appetizers: raw prawns, red prawns (excellent!) and oysters, prawns with fruit salad (elegant and fresh), octopus with potatoes and tomatoes, fried baby squid (excellent, fragrant and crunchy)

First courses: linguine with scampi, lobster and clams (balanced and well done).

Second courses: swordfish slices with rocket and balsamic vinegar.

Dessert: pasticciotto cake with custard and chocolate and chocolate spumone, both home made of excellent quality.

Wine pairing: “Tinaia” Salice Salentino white dop – Cantine Due Palme

La cucina di Donato attrae una numerosa clientela con il suo menù classico Salentino, corposo nelle numerose portate, che nel tempo lo Chef ha affinato ed aggiornato sui feedback del brillante Franco. Quindi tutto funziona nel modo migliore, dal prodotto fresco alla cucina tradizionale, accontentando anche qualche modernità, in un clima di accoglienza simpatica ed ineccepibile, con un panorama che leva il fiato, ma non l’appetito, e le aspettative per la carta vini.

Donato’s cuisine attracts a large clientele with its classic Salento menu, full-bodied in the numerous courses, which over time the Chef has refined and updated on the feedback of the brilliant Franco. So everything works in the best way, from fresh produce to traditional cuisine, satisfying even some modernity, in an atmosphere of friendly and flawless hospitality, with a view that raises the breath but not the appetite, and the expectations for the wine list.

Che bravi e simpatici!

How good and nice!

Atavolacoidelfini gigionati 😀

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Sommelier, Master in Viticoltura, Enologia e Marketing del Vino.Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia.Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere.Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, l'opportunità di incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. Of Agronomic Culture, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing.Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Intensive Care, Cardiology. Nature, travel, sports, wine and nutraceuticals are my vision of well-being. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and valuable discoveries. Reading is a privilege, the opportunity to meet and understand the thought of each author, the endless buzz of increasingly digital bookstores and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.