Spaghetti – Michele Biagiola

Michele Chef Biagiola, la prima volta con Atavolacoidelfini a Matera nel 2017, ad un evento itinerante della CHIC.

Michele Chef Biagiola, for the first time with Atavolacoidelfini in Matera in 2017, at a traveling event of the CHIC.

La nostra Tiziana si interessa immediatamente allo stile di cottura espressa, che sviluppa spesso con ingredienti marginalizzati dalla cucina d’autore. Quindi nel 2018 decidemmo di andarLo a trovare nella Sua Macerata, ma dovemmo disdire la nostra visita, perché eravamo reduci da uno dei nostri lunghi e larghi giri, tali da appiattire i pneumatici, da anni giriamo l’Europa prevalentemente in auto.

Our Tiziana is immediately interested in the express cooking style, which she often develops with ingredients marginalized from the author’s cuisine. So in 2018 we decided to visit him in your Macerata, but we had to cancel our visit, because we were returning from one of our long and wide laps, such as to flatten the tires, we have been touring Europe mainly by car for years.

Quindi salutammo con un arrivederci lo splendido Chef Michele e tirammo dritto sull’Adriatica per tornare in Puglia e scrivere delle esperienze degli ultimi 15 giorni.

Then we said goodbye to the splendid Chef Michele and headed straight to the Adriatic to return to Puglia and write about the experiences of the last 15 days.

 

 

Ci era rimasto però un gancio gli “Spaghetti”, quel libro di ricette, il filo di Arianna di questo formato di pasta, fra Tiziana e Chef Biagiola.  Perché lo spaghetto da sempre rappresenta per il cuoco un banco di prova importante, “così semplice” direbbero alcuni, ma che in cottura esprime la sensibilità ed evidenzia anche limiti nel cogliere attimi e sfumature che fanno la differenza.

However, we had a hook left with the “Spaghetti”, that recipe book, the Ariadne’s thread of this pasta shape, between Tiziana and Chef Biagiola. Because spaghetti has always represented an important testing ground for the cook, “so simple” some would say, but in cooking it expresses sensitivity and also highlights limits in capturing moments and nuances that make the difference.

Michele da gran signore scrive di comprendere e consente ogni modalità di cottura, di certo per ampliare le aspettative di ogni appassionato ed aspirante cuoco, ma come la pizza margherita, lo spaghetto al pomodoro è in pochi minuti “il tutto o  il niente”.

Michele as a great gentleman writes that he understands and allows every cooking method, certainly to broaden the expectations of every enthusiast and aspiring cook, but like pizza margherita, spaghetti with tomato sauce is “all or nothing” in a few minutes.

Grande è la capacità nel preparare in pochi minuti con cottura espressa, gli spaghetti conditi con tante erbe e verdure, spezie ed ingredienti di nota nobiltà, infinite sfumature, profumi, colori e sapori di una cucina che rinasce periferica, ma che si esprime a livelli topici.

Great is the ability to prepare in a few minutes with express cooking, spaghetti seasoned with many herbs and vegetables, spices and ingredients of well-known nobility, infinite nuances, aromas, colors and flavors of a cuisine that is reborn peripheral, but which is expressed at levels topicals.

Due “spaghi” nutrono, stimolano e consolidano amicizie, gratificano anche palati esigenti, ma che dovranno confrontarsi sempre con la competenza quotidiana popolare di chi acquista con portafoglio democratico.

Two “spaghetti” nourish, stimulate and consolidate friendships, gratify even demanding palates, but which will always have to deal with the popular daily skills of those who buy with a democratic wallet.

Chef Biagiola, credo di poter dire, ha un approccio Zen della cucina moderna, cucina istantanea con un  ampio utilizzo di ingredienti naturalmente disponibili in campo e poi “non mente, mente pulita”, ovvero ritrovare il proprio “Sé”, l’interiorità delle esperienze maturate senza tenerne in reale conto, ma cucinare il piatto come se fosse il primo, per la prima volta!

Chef Biagiola, I think I can say, has a Zen approach to modern cooking, instant cooking with a wide use of ingredients naturally available in the field and then “don’t lie, clean mind”, that is to rediscover one’s “Self”, the interiority of experiences gained without taking them into account, but cooking the dish as if it were the first, for the first time!

Leggere è un privilegio, un libro si ascolta come rivivere un corso, un master, questa volta di Michele Chef Biagiola. Grazie Michele, letto, ascoltato, raccontato e poi cucinato, provando ad imitarti ”non mente”!!!

Reading is a privilege, you can listen to a book like reliving a course, a master, this time by Michele Chef Biagiola. Thanks Michele, read, listened to, told and then cooked, trying to imitate you “I don’t mind” !!!

Atavolacodelfini saltati

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Sommelier, Master in Viticoltura, Enologia e Marketing del Vino.Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia.Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere.Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, l'opportunità di incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. Of Agronomic Culture, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing.Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Intensive Care, Cardiology. Nature, travel, sports, wine and nutraceuticals are my vision of well-being. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and valuable discoveries. Reading is a privilege, the opportunity to meet and understand the thought of each author, the endless buzz of increasingly digital bookstores and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.