Tenuta Alois Lageder – Magrè (BZ)

Magrè, la montagna più lontana dalla nostra città Taranto, eppure ci siamo già stati nel 2018. La Tenuta di famiglia di Alois è davvero cosa magica, storia radicata nei secoli, 55 ha di vigneti, un intero borgo che racchiude una cittadella produttiva, ed intorno i “Masi” di famiglia, laghetti e colline, la montagna, tutto così ben pettinato. Se penso alle viti ad alberello del Salento, annodati sul terreno arido, mi viene subito sete, un bisogno di bere che si attenua risalendo in autostrada, alla vista delle coltivazioni delle mele, un altro spettacolo gourmet della natura. Il ricordo intatto da ventenne, inesperto perito speciale grandine, migliaia di capelli fa.

Magrè, the furthest mountain from our city Taranto, yet we have already been there in 2018. The Alois family estate is truly magical, history rooted in the centuries, 55 ha of vineyards, an entire village that contains a productive citadel, and around the family “farms”, lakes and hills, the mountains, all so well combed. If I think of the sapling vines of Salento, knotted on the arid ground, I immediately get thirsty, a need to drink that subsides as I go up the motorway, at the sight of the apple crops, another gourmet spectacle of nature. The intact memory of a twenty year old, inexperienced special hail expert, thousands of hairs ago.

 

 

Quest’anno abbiamo conosciuto anche Michael, il quale gira l’Italia per promuovere questa cantina, che vive il biologico e la biodinamica come l’essenza dell’evoluzione e cambiamento delle numerose etichette prodotte, circa 40. Vigneti in altura, oppure affacciati sul lago, quando non sono ai piedi della montagna, qui si raccolgono uve, esperienza, cultura e rispetto per la natura ed i suoi frutti.

This year we also met Michael, who travels Italy to promote this winery, which experiences organic and biodynamics as the essence of the evolution and change of the numerous labels produced, about 40. Vineyards on the high ground, or overlooking the lake, when they are not at the foot of the mountain, here grapes, experience, culture and respect for nature and its fruits are gathered.

La degustazione: 4 etichette in ordine di preferenza personale.

The tasting: 4 labels in order of personal preference.

Porer 2020, Pinot Grigio Dolomiti IGT, 11,50% alcol. Prezzo €€

Colore giallo ramato, naso fresco e fruttato, palato fresco, fruttato di buona persistenza.

Porer 2020, Pinot Grigio Dolomiti IGT, 11.50% alcohol. Price €€

Coppery yellow color, fresh and fruity nose, fresh, fruity palate with good persistence.

AM Sand 2019, Gewurztraminer IGT, alcol 13%. Prezzo €€

Giallo intenso paglierino, naso ampio e complesso. Al palato, frutti dolci aromatico, balsamico, persistente. Molto piacevole. Vino longevo, di carattere.

AM Sand 2019, Gewurztraminer IGT, 13% alcohol. Price €€

Intense straw yellow, wide and complex nose. On the palate, aromatic, balsamic and persistent sweet fruits. Very pleasant. Long-lived wine with character.

Versalto 2020, Pinot Bianco Dolomiti IGT, 11.50% alcol. Prezzo €€

Giallo verdolino brillante, naso aromatico, al palato fresco, secco e minerale. Espressione efficace di questo vitigno, ingentilito dal passaggio in legno.

Versalto 2020, Pinot Bianco Dolomiti IGT, 11.50% alcohol. Price €€

Bright greenish yellow, aromatic nose, fresh, dry and mineral on the palate. Effective expression of this vine, softened by the passage in wood.

Chardonnay 2020 ST DOC, alcol 12%. Prezzo €

Colore giallo con riflessi verdolini, naso leggero, fiori bianchi e frutta gialla. Al palato morbido di buona complessità.

Chardonnay 2020 ST DOC, 12% alcohol. Price €

Yellow color with greenish reflections, light nose, white flowers and yellow fruit. Soft on the palate with good complexity.

Questa cantina esprime l’universo di sfumature sensoriali di questo terroir, dai quali forse ci potremmo attendere l’aggiunta di ice wine e orange wine, tutto molto probabile. Qualità, tecnica, professionalità e cultura della tradizione enologica, si leggono facilmente anche in queste etichette, immaginerete bene le altre, in attesa del passaggio delle “comete”.

This winery expresses the universe of sensorial nuances of this terroir, from which we could perhaps expect the addition of ice wine and orange wine, all very likely. Quality, technique, professionalism and culture of the winemaking tradition can also be read easily in these labels, you will imagine the others well, waiting for the passage of the “comets”.

Atavolacoidelfini cometevoli 😀

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Sommelier, Master in Viticoltura, Enologia e Marketing del Vino.Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia.Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere.Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, l'opportunità di incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. Of Agronomic Culture, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing.Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Intensive Care, Cardiology. Nature, travel, sports, wine and nutraceuticals are my vision of well-being. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and valuable discoveries. Reading is a privilege, the opportunity to meet and understand the thought of each author, the endless buzz of increasingly digital bookstores and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.