Pappardelle di semola all’uovo tirate al mattarello al ragù di cinghiale tagliato al coltello

Ingredienti per 2 persone

  • 160 g di semola rimacinata di grano duro pugliese
  • 2 uova piccole di masseria bio cat. 0
  • 300 g di carne di cinghiale lucano
  • 400 g di passata di pomodori datterino salentini
  • 1 cipolla dorata
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 foglia di alloro
  • 50 ml di vino rosso
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di olive ogliarola del tarantino
  • noce moscata qb
  • sale e pepe
  • parmigiano reggiano qb

Su una tavola in legno mettere la semola rimacinata, aggiungere le uova al centro, amalgamare inizialmente con una forchetta e poi con le mani fino a che il composto risulti liscio e setoso. Avvolgere l’impasto in pellicola e far riposare per 1/2 ora.  Infarinare leggermente il piano di lavoro e iniziare a stendere l’impasto con il mattarello partendo dal centro, facendo una leggera pressione sul bordo superiore destro e sinistro, arrotolandola sul mattarello. Stendetere fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 1 mm. Far asciugare per una decina di minuti, quindi ripiegare i bordi sia in basso che in alto, arrotolare da ambo i lati fino ad arrivare al centro del cerchio di pasta. Tagliare con un coltello affilato delle strisce di 1,3 cm di larghezza, srotolare inserendo il coltello al centro, infarinare e far asciugare.

Tagliare finemente al coltello la carne di cinghiale.

In una casseruola di acciaio far rosolare con l’olio e l’alloro, la carota, il sedano e la cipolla tritati finemente per 10 minuti, aggiungere la carne di cinghiale e cuocere fino a che la carne non diventi uniformemente sigillata, unire il vino e far evaporare. Inserire la passata di pomodori, la noce moscata grattugiata, il sale, il pepe e cuocere con coperchio e a fiamma bassa per 1 ora.

Lessare le pappardelle all’uovo per 3 minuti, sgocciolarle ed unirle al ragù.

Impiattare le pappardelle al cinghiale rifinendo il piatto con il parmigiano reggiano grattugiato.

Buon appetito

In abbianamento: Barbarossa “Il Dosso” Forlì Rosso IGT 2015

 

 

 

 

 

834

Egg semolina pappardelle with wild boar ragout

Ingredients for 2 people

  • 160 g of remilled durum wheat semolina from Puglia
  • 2 small organic farm eggs cat. 0
  • 300 g of Lucanian wild boar meat
  • 400 g of tomato sauce from Salento
  • 1 golden onion
  • 1 stick of celery
  • 1 carrot
  • 1 bay leaf
  • 50 ml of red wine
  • 3 tablespoons of Ogliarola del Tarantino extra virgin olive oil
  • nutmeg to taste
  • salt and pepper
  • Parmigiano reggiano cheese to taste

On a wooden table put the re-milled semolina, add the eggs in the center, mix initially with a fork and then with your hands until the mixture is smooth and silky.
Wrap the dough in cling film and let it rest for 1/2 hour. Lightly flour the work surface and start rolling out the dough with a rolling pin starting from the center, pressing lightly on the upper right and left edge, rolling it onto the rolling pin. Roll out until you get a sheet of 1 mm thick.
Let it dry for about ten minutes, then fold the edges both at the bottom and at the top, roll up on both sides until you reach the center of the dough circle.
Cut 1.3 cm wide strips with a sharp knife, unroll by inserting the knife in the center, flour and dry.

Finely chop the wild boar meat with a knife, brown the carrot, celery and onion finely chopped in oil and bay leaf for 10 minutes, add the wild boar meat and cook until meat does not become evenly sealed, add the wine and evaporate. Add the tomato puree, grated nutmeg, salt, pepper and cook with lid and over low heat for 1 hour.

Boil the egg pappardelle for 3 minutes, drain and add to the meat sauce. Serve the pappardelle with wild boar finishing the dish with grated Parmigiano reggiano cheese.

Enjoy your meal

Autore: Tiziana Ingrassia

Ho lavorato con chef e pasticceri, cuoche esperte e artigiani, produttori agricoli e caseari. Il paradiso è cucinare i prodotti della natura, mare e terra, pianura e montagna, con Cuochi di qualità e pubblico qui i miei piatti. Diplomata al liceo artistico, pittrice e restauratrice di dipinti ed opere lignee e murarie. I have worked with chefs and pastry chefs, expert cooks and artisans, agricultural and dairy producers. Paradise is cooking the products of nature, sea and land, plains and mountains, with quality chefs and my dishes here. Graduated from art school, painter and restorer of paintings and wooden and masonry works.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *