Cavatelli rigati al sedano con ragù di verdure, pancetta e pecorino

Ingredienti per 2 persone

Per i cavatelli rigati

  • 120 g di semola rimacinata di grano duro pugliese
  • 150 g di foglie di sedano verde
  • acqua qb

Per il ragù di verdure

  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla bianca
  • 1 spicchietto di aglio
  • 1 foglia di alloro
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di olive ogliarola del tarantino
  • 50 ml di vino bianco secco
  • sale e pepe
  • 30 g di pancetta tesa (2 a fette, il resto a cubetti)
  • 20 g di formaggio pecorino stag. 6 mesi

Lavare ed asciugare le foglie di sedano, scottarle in acqua bollente, sgocciolarle ed immergerle in acqua e ghiaccio, tenerle in ammollo per 2 minuti, quindi sgocciolarle e frullarle.

Su una tavola in legno adagiare la semola rimacinata fare il buco al centro, inserire la crema di sedano e tanta acqua fino a che non avremo ottenuto un composto sodo, liscio e setoso.
Fare dei cordoncini lunghi, quindi tagliarli a 5 cm di lunghezza. Trascinare i piccoli pezzi su un riga gnocchi, fino a richiuderli su se stessi. Far asciugare.

Togliere la prima foglia alla cipolla, sbucciare l’aglio, lavare e asciugare il sedano, spuntare e pelare la carota. Dadolare le verdure e rosolarle in una casseruola con l’olio, l’alloro e la pancetta a cubetti per 5 minuti, inserire il vino e far sfumare,  aggiungere il sale e il pepe, cuocere per 10 minuti con coperchio. Togliere la foglia di alloro.

In una padella rovente inserire le fette di pancetta, arrostirle fino renderle croccanti. Porre su carta assorbente e tenere in caldo.

Lessare i cavatelli in abbondante acqua salata per 3 minuti, sgocciolarli ed inserirli nella padella delle verdure, spadellare 1 minuto.

Impiattare i cavatelli rigati al sedano e ragù di verdure, rifinendo il piatto con la pancetta croccante e il formaggio pecorino grattugiato a maglie grandi.

Buon appetito

In abbinamento: “Jubo’v” Plavac mali, Merlot, Syrah, Darnekusa 2017 QWOC

 

 

 

 

 

 

785

“Cavatelli” striped pasta with celery with vegetable ragout, bacon and pecorino cheese

Ingredients for 2 people

For the striped cavatelli

  • 120 g of remilled durum wheat semolina from Puglia
  • 150 g of green celery leaves
  • water to taste

For the vegetable ragout

  • 1 carrot
  • 1 stick of celery
  • 1 white onion
  • 1 clove of garlic
  • 1 bay leaf
  • 3 tablespoons of Ogliarola del Tarantino extra virgin olive oil
  • 50 ml of dry white wine
  • salt and pepper
  • 30 g of bacon (2 sliced, the rest cubed)
  • 20 g of aged pecorino cheese 6 months

Wash and dry the celery leaves, blanch them in boiling water, drain them and immerse them in water and ice, soak them for 2 minutes, then drain and blend them.

On a wooden table lay the re-milled semolina, make the hole in the center, add the celery cream and lots of water until we obtain a firm, smooth and silky mixture.
Make long cords, then cut them to 5 cm in length. Drag the small pieces onto a gnocchi row, until they close on themselves. Let it dry.

Remove the first onion leaf, peel the garlic, wash and dry the celery, trim and peel the carrot. Dice the vegetables and brown them in a saucepan with oil, bay leaf and diced bacon for 5 minutes, add the wine and let it evaporate, add salt and pepper, cook for 10 minutes with the lid on. Remove the bay leaf.

Place the bacon slices in a hot pan, roast them until crispy. Place on absorbent paper and keep warm.

Boil the cavatelli in abundant salted water for 3 minutes, drain them and put them in the vegetable pan, sauté 1 minute.

Serve the cavatelli rigati with celery and vegetable ragout, finishing the dish with the crispy bacon and grated pecorino cheese.

Enjoy your meal

Tiziana Ingrassia

Autore: Tiziana Ingrassia

Diplomata al liceo artistico, pittrice e restauratrice di dipinti ed opere lignee e murarie, da sempre ho la passione per la cucina. Ho frequentato corsi con chef e pasticceri, cuoche esperte e artigiani, produttori agricoli e caseari. Il paradiso è fra i fornelli ed i prodotti della natura, mare e terra, pianura e montagna. Cucino con Cuochi e Chef di qualità e pubblico qui i miei piatti. *Graduated from the art school, painter and restorer of paintings and wooden and masonry works, I have always had a passion for cooking. I attended courses with chefs and confectioners, expert cooks and artisans, farmers and dairy producers. Paradise is among the cookers and products of nature, sea and land, plains and mountains. I cook with Chefs and Chef of quality and public here my dishes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *