Ristorante “Al Gambero” – Porto Cesareo (Le)

Baia con acque basse fra le più belle, molto frequentata anche nei mesi invernali, rinomata per la marineria di pescatori ed i frutti di mare del generoso mare Ionio, ci fermiamo per la notte al Salent Hotel. Sul lungomare a ridosso delle spiagge della cittadina si trova da 1969 il ristorante di cucina di mare “Al Gambero”. Vero, sincero come la migliore espressione topica della cucina marinaresca. Da circa dieci anni la cucina è affidata all’esperto Chef di scuola Neretina Marco Greco, rientrato dopo lunghe esperienze stagionali. Sorridente, sensibile, professionale, cucina la materia prima, pesce, frutti di mare, crostacei, con sapiente efficacia.

A bay with shallow waters among the most beautiful, very popular even in the winter months, renowned for its fishermen’s seafarers and the seafood of the generous Ionian sea, we stop for the night at the Salent Hotel. On the waterfront near the town’s beaches, since 1969, the “Al Gambero” seafood restaurant has been found. True, sincere as the best topical expression of seafood cuisine. For about ten years the kitchen has been entrusted to the experienced Chef of the Neretina school Marco Greco, who returned after long seasonal experiences. Smiling, sensitive, professional, cooks the raw material, fish, seafood, shellfish, with wise effectiveness.

 

Degustazione

Antipasti: crudo di frutti di mare, carpaccio di pesce spada marinato, insalata di mare e cotoletta di pesce, polpo in pignata (strepitoso).
Primi piatti: linguine con le vongole veraci e risotto alla pescatora (cotture perfette e sapori indelebili).
Secondi piatti: triglie all’acqua pazza e sarago pizzuto con le olive verdi al forno (ottima armonia degli ingredienti).
Dessert: spumone alle creme di nocciola e cioccolato.

Vino in abbinamento: “Zin” Fiano Salento Igt – Maestri del Primitivo di Manduria

Tasting

Appetizers: raw seafood, marinated swordfish carpaccio, seafood salad and fish cutlet, octopus in pignata (amazing).
First courses: linguine with veracious clams and seafood risotto (perfect cooking and indelible flavors).
Second courses: red mullet and crazy bream with baked green olives (excellent harmony of ingredients).
Dessert: spumone with hazelnut and chocolate creams.

Wine paired: “Zin” Fiano Salento Igt – Masters of Primitivo di Manduria.

Ristorante caratteristico, dai sapori trasparenti, godibilissimi, la possibilità di degustare la cucina saporita del fine secolo scorso, con la sensibile esecuzione della ristorazione di oggi, in sala il servizio serio e riservato di camerieri ineccepibili. Il panorama è chiaramente meraviglioso, si chiudono gli occhi e si gusta il mare!!!

Characteristic restaurant, with transparent, enjoyable flavors, the chance to taste the tasty cuisine of the last century, with the sensible execution of today’s catering, in the dining room the serious and reserved service of impeccable waiters. The view is clearly wonderful, you close your eyes and enjoy the sea !!!

Delfini estasiati 🙂

Francesco Pignatelli

Autore: Francesco Pignatelli

Di cultura Agronomica, Product Specialist in Nutrizione, Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Cardiologia, Sommelier, Master in Viticoltura Enologia e Marketing del Vino. Natura, viaggi, sport, vino e nutraceutica sono la mia visione del benessere. Siamo quello che mangiamo, la convivialità apre la via ad amicizie e scoperte di valore. Leggere è un privilegio, un'opportunità incalcolabile, incontrare e comprendere il pensiero di ogni autore, l'infinito brusio di librerie e biblioteche sempre più digitali. *Of Agronomic Culture, Product Specialist in Nutrition, Nephrology, Anesthesia and Resuscitation, Cardiology, Sommelier, Masters in Viticulture, Wine and Wine Marketing. Nature, travel, sport, wine and nutraceuticals are my vision of wellness. We are what we eat, conviviality opens the way to friendships and discoveries of value. Reading is a privilege, an incalculable opportunity, to meet and understand the thought of every author, the infinite buzz of increasingly digital libraries and libraries.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *