Food&Travel Tasting

Ristorante “Manna dei Re” – Minervino di Lecce (Le)

I diamanti più belli? i più piccoli, il borgo di Minervino si esprime in un raggio di 200 metri intorno alla piazza centrale. Esattamente dove si affaccia “Dimora Duchessina”, palazzo storico dove ci siamo fermati a dormire. A 100 metri la Signora Anna Maria, si concede alla sua seconda passione professionale, la cucina tradizionale ed apre il 05 aprile il ristorante “Manna dei Re”. Cuoca espertissima e fine fra le mura domestiche, non si accontenta della sua proposta e convoca lo Chef Roberto Colluto, che conosciamo già bene per ampliare la proposta sul mare e sul pesce.

The most beautiful diamonds?  the smallest, the village of Minervino is expressed in a radius of 200 meters around the central square. Exactly where “Dimora Duchessina” faces, historic building where we stopped to sleep. 100 meters away, Mrs. Anna Maria gives herself to her second professional passion, traditional cuisine and opens on April 5th the restaurant “Manna dei Re”. An expert cook and a fine housewife, she is not satisfied with her proposal and convenes Chef Roberto Colluto, whom we already know well to expand the proposal on the sea and on fish.

Il locale è elegante e moderno al tempo stesso, gestito dal figlio Lorenzo, manager con codino arricciolato, al quale sono affidate le responsabilità per lo sviluppo di questa interessante novità che unisce due generazioni. La dispensa ha una grande selezione di prodotti, in quanto Lorenzo gestisce una florida attività di commercializzazione di prodotti enogastronomici. Quindi molto e tanto di più è possibile avere sul Pass, senza dover chiedere ad altri.

The restaurant is elegant and modern at the same time, run by his son Lorenzo, manager with a curled up tail, who is responsible for the development of this interesting novelty that unites two generations. The pantry has a large selection of products as Lorenzo manages with a thriving marketing activity of food and wine products. So much and much more is possible to have on the Pass, without having to ask others.

Tasting :

Antipasti: Il tipico salentino ovvero parmigiana di melanzane e caroselli, caponata, rotolo di frittata e polpette di melanzane, poi crostino con gamberi in salsa rosa, crudo di mare e polpo arrosto su crema di spinaci e burrata.
Primi piatti: cappelli di prete con gamberi su salsa agli scampi.
Secondi piatti: crocchette di baccalà su crema di patate e trancio di tonno in crosta di sesamo con verdure grigliate.
Dessert: Ubriacotto alla grappa con noci, mele e cioccolato su crema inglese (divino!)

Vino in abbinamento: “Beblenheim” Riesling Alsace

Tasting:

Appetizers: “Il tipico salentino” eggplant parmigiana, caponata, omelette roll and aubergine balls, then crouton with prawns in pink sauce, raw fish and roast octopus on spinach cream and burrata.
First courses: priest’s hats with prawns on scampi sauce.
Second courses: cod croquettes on potato cream and tuna steak in sesame crust with grilled vegetables.
Dessert: Grappa Ubriacotto with walnuts, apples and chocolate over custard (divine!)

Matched wine: “Beblenheim” Riesling Alsace

La carta vini che ha la stessa possibilità di rapida variazione, propone etichette frutto di ricerca, oltre ad una doverosa dotazione territoriale. La cucina passa dal fascino sapiente tradizionale e succulento della Sig.ra Anna, alla spinta metropolitana ed esperta di Roberto, per cui Manna dei Re, sarà un sicuro riferimento della gioventù gaudente anche oltre la stagionalità estiva.

The wine card, which has the same possibility of rapid variation, proposes labels that are the result of research, as well as a necessary territorial endowment. The kitchen goes from the traditional and succulent charm of Mrs. Anna, to the metropolitan and expert push of Roberto, for which Manna dei Re, will be a sure reference of the pleasure-seeking youth even beyond the summer seasonality.

Delfini daRe 🙂

Related Posts