Food&travel

Il sosia di Gualazzi in Casa Bastia

Che ci venga un colpo, se non è musica in cucina.

Isola della Scala (Vr), ci raccontano che appena fuori il paese c’era un’ azienda agricola a conduzione familiare, un agriturismo ora Ristorante e che Ristorante.

Ci racconta di sè Lorenzo, il padrone di casa, un gentleman umile e raffinato, sensibile e preparato. Un manager gentile, lo si riconosce a pelle ed il Delfino da ex multinazionale ne ha visti tanti,  la signorilità della conoscenza qui è di casa!

Lorenzo ci accoglie come il vento delicato, ci fa accomodare davanti alla cucina a vista per assistere allo spettacolo. Chi c’è in cucina? “mio fratello Giacomo, uno scatenato…”, scoppiamo in una risata…ma è Gualazzi ai fornelli e se cucina come suona, sono note di sapori.

Oltre ogni nostra aspettativa, delicati ed eleganti i piatti si susseguono a rincorrer le stelle.

I Delfini stupiti chiedono dove lo Chef abbia studiato, ma quale chef, Giacomo ha zuzzerellato nell’Osteria Francescana e in altri posti famosi, ma di studiare neanche a parlarne.

Lorenzo ci sottolinea che in Casa Bastia la mamma e la zia cucinavano così, e che Giacomo ha perfezionato la tecnica.

A noi pare che il vero deus ex machina sia Lui il Lorenzo gentile, il sensibile padrone di casa dal polso fermo e la mente aperta, come il Magnifico di altra blasonata “famiglia”.

Ci propone una bollicina di gran qualità “Rio degli Sgoccioli” vino rosso spumante metodo classico dosage zero – Az. Agr. Bio Cinque Campi, a tutto pasto, tirata fuori da una carta vini con i suoi perchè!!!

Rientriamo in albergo con la serenità di avere conosciuto altri interpreti dell’arte della ristorazione, di questo posto qualcuno più bravo e noto dei Delfini, ne parlerà, ne siamo certi.

Delfini scout in talent 🙂

 

Related Posts